fbpx
Skip to main content

RISPARMIARE L’ACQUA: CONSIGLI UTILI ANTI SPRECO!

18 Marzo 2024

In Italia, il consumo medio di acqua giornaliero per persona può variare a seconda di diversi fattori, tra cui la stagione, le abitudini individuali e la regione in cui si vive. Ma, in generale, il consumo medio giornaliero per persona in Italia è di circa ai 150-200 litri (che equivalgono a 600-800 bicchieri) al giorno, sia per l’uso domestico per doccia, e igiene personale, per lavare vestiti e stoviglie, pulire casa, l’irrigare il giardino e altre attività quotidiane.

Negli ultimi anni, c’è stata una crescente consapevolezza riguardo alla necessità di ridurre gli sprechi d’acqua in Italia, così come in molte altre parti del mondo. Questa consapevolezza è stata promossa attraverso campagne di sensibilizzazione pubblica, programmi educativi nelle scuole, iniziative governative e sforzi delle organizzazioni ambientaliste. Alcuni fattori che hanno contribuito a questa maggiore consapevolezza sono dovuti alla scarsità idrica, a causa di condizioni meteorologiche avverse eccessive o pratiche di gestione dell’acqua non sostenibili. Questi eventi hanno evidenziato l’importanza di utilizzare l’acqua in modo responsabile e di adottare misure per ridurre gli sprechi. Sono state portate avanti molte campagne di sensibilizzazione sull’importanza del risparmio idrico e sulle azioni che possono essere intraprese per ridurre gli sprechi d’acqua. Sono state introdotte normative e incentivi per promuovere pratiche di risparmio idrico, come ad esempio l’installazione di dispositivi a basso consumo idrico nei nuovi edifici e la promozione dell’irrigazione a goccia nei settori agricoli. E lo sviluppo e l’adozione di tecnologie innovative per il monitoraggio e la gestione dell’acqua hanno contribuito a migliorare l’efficienza nei consumi e a identificare potenziali aree di spreco.

Nonostante questi progressi, c’è ancora molto lavoro da fare per ridurre gli sprechi e promuovere un uso sostenibile. Ma come fare? Ecco alcuni consigli utili da applicare nella vita di tutti i giorni, sia per sprecare meno risorse che, perché no, per risparmiare anche sulla bolletta.

Consigli utili:

Ripara eventuali perdite: controlla regolarmente rubinetti, tubature e impianti idraulici per individuare eventuali perdite d’acqua e riparale tempestivamente.
Utilizza dispositivi a basso consumo: installa rubinetti, docce e scarichi WC a basso consumo idrico per ridurre il volume d’acqua utilizzato.
Limitare il tempo sotto la doccia: riduci la durata delle docce, preferibilmente sotto i 5 minuti. Puoi anche considerare l’installazione di una doccia con limitatore di flusso per ridurre il consumo d’acqua durante il lavaggio.
Riutilizza l’acqua: ad esempio per lavare frutta e verdura, innaffiare le piante o per altri scopi non potabili, come lo scarico del water. Puoi ad esempio iniziare dalla cucina, e usare l’acqua non salata per dare a bere alle piante o per cucinare la verdura nella stessa acqua e poi usarla per fare delle minestre o per cucinare la pasta, o per preparare del brodo.
Riutilizza l’acqua della pioggia: raccogli l’acqua piovana tramite sistemi di raccolta per irrigare il giardino o le piante.
Spegni i rubinetti: chiudi i rubinetti mentre ti lavi i denti, ti rasi o ti lavaggi i piatti per evitare lo spreco di acqua.
Utilizza lavatrici e lavastoviglie a pieno carico: assicurati di riempire completamente la lavatrice e la lavastoviglie per ottimizzare l’uso dell’acqua.
Irriga con parsimonia: irriga il giardino o le piante durante le ore più fresche della giornata per evitare l’evaporazione e ridurre la quantità d’acqua utilizzata. Che abbiate un giardino, un orto o dei semplici vasi sul balcone, innaffiare le piante la sera d’estate, aiuta ad evitare che il forte calore e l’esposizione diretta al sole faccia evaporare rapidamente l’acqua obbligandovi a innaffiare più volte nel corso della giornata.
Per grandi spazi, come orti o giardini, valutate l’installazione di sistemi di innaffiamento temporizzati e a goccia, così da evitare di utilizzare una canna e sprecare eccessive quantità di acqua. Per un innaffiamento a goccia fai-da-te basta riempire una bottiglia di acqua ed effettuare sul tappo un forellino con un ago, poi capovolgerla e collocarla nella terra. Per isolare il suolo e trattenerne l’acqua, invece, è bene usare della paglia con cui ricoprire il terreno e sollevare i vasi dal pavimento con tappi o polistirolo. In questo modo si limita il passaggio di calore dal suolo al vaso di terra.
Installa un fragigetto, che è un piccolo dispositivo che è avvitato al rubinetto riducendo la quantità di acqua emessa senza ridurne le prestazioni. Costa solo pochi euro e ti permetterà di ridurre l’afflusso di acqua dal rubinetto di casa del 30-60%, a seconda del modello installato.
Coinvolgi la tua famiglia, i tuoi amici e la tua comunità nell’adozione di pratiche di risparmio idrico, sensibilizzando sull’importanza di utilizzare l’acqua in modo responsabile.

Se hai bisogno di aiuto per riparare le perdite o per costruire dispositivi fai-da-te per il risparmio, rivolgiti a YesWork App, troverai gli YesWorker pronti a darti una mano! Come non l’hai ancora scaricata? Cosa aspetti, è pure gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 17 =

Scarica
Yeswork App!

Dimentica ricerche inutili e prezzi folli. Puoi reperire le persone migliori per risolvere un problema o trovare un lavoretto da sbrigare guadagnando.
Ora e vicino a te.

×