fbpx
Skip to main content

OTTOBRE: IL MESE DELLA ZUCCA, MA QUANDO COLTIVARLA?

30 Ottobre 2023

La zucca è l’ortaggio autunnale per eccellenza, e simbolo del mese di ottobre e da qualche tempo anche in Italia.
Si tratta di un alimento povero di calorie e ricco di nutrienti, che ben si adatta anche alla dieta di chi vuole perdere peso. Vediamo un po’ quali sono i benefici della zucca.

Prima di tutto, se ti stai chiedendo se la zucca appartiene alla famiglia della frutta o della verdura, presto è detto: è un frutto appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, di cui non esiste solo una varietà, ma ce ne sono molte.

I tipi di zucca più utilizzati in cucina sono la zucca mantovana, la Delica, quella gialla, la zucca violina e la Butternut. Ciascuna con proprietà diverse e adatte a esigenze differenti. Tutte le varietà però, sono ricche di antiossidanti, sono ricche di vitamina A, C ed E, favoriscono la salute degli occhi e una buona vista e la salute della pelle. Hanno poche calorie, e come dicevamo, la zucca può essere utilizzata anche in caso di dieta dimagrante. È possibile cuocerla al vapore, bollita, al forno e in padella e si può utilizzare per preparare diverse pietanze, dall’antipasto al dolce, ed è una buona alternativa anche come snack al posto delle patate fritte… insomma, viva la zucca!
Si tratta di un frutto importato in Europa nel XVI secolo dai coloni spagnoli dell’America, dove era già coltivata e a quanto pare le testimonianze più antiche dove sono stati trovati semi di zucca provengono dal Messico e dal Perù.
Nel mondo comunque, ad oggi i Paesi che producono le maggiori quantità di zucca sono la Cina, l’India e l’Ucraina.

E l’Italia?
In Italia ci sono diverse varietà famose e coltivate soprattutto in Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, ricordiamo però che in Campania abbiamo il campo di zucche you-pik più grande di tutta Europa.
Fatto questa premessa, vediamo un po’ quando e come è meglio piantare e coltivare la zucca nel nostro orto, per poter godere dei frutti!

Di solito, il periodo migliore per piantare i semi è la primavera o l’inizio dell’estate, a seconda del clima della tua regione. Ricordiamo che la zucca teme il gelo e riporta danni a temperature sotto i 10 gradi, ma soffre anche quando è troppo caldo, sopra i 30 gradi: la temperatura ideale per coltivarla è intorno ai 20 gradi.

Ecco come seminare la zucca:
Preparazione del terreno: assicurati che il terreno sia ben drenato e ricco di sostanza organica. Puoi lavorare il terreno in anticipo, aggiungendo compost o letame maturo (serve anche a prevenire le malattie) con molto potassio, che rende il frutto più saporito e dolce.
Scelta del luogo: scegli un’area soleggiata del tuo giardino o del tuo orto. La zucca ha bisogno di almeno 6-8 ore di luce solare al giorno per crescere bene, ma ricorda che oltre i 30 gradi soffre, quindi, in caso, puoi pensare di usare reti ombreggianti.
Semina: pianta i semi di zucca direttamente nel terreno a una profondità di circa 2-3 centimetri. Lascia spazio sufficiente tra le piantine, di solito da 90 a 120 centimetri di distanza tra le file, a seconda della varietà. Puoi mettere più semi in ogni buca e poi diradarli una volta che le piantine hanno raggiunto una dimensione sufficiente.

Cura delle piantine: mantieni il terreno umido, ed evita di dare troppa acqua e che ci sia acqua in eccesso che ristagna nella terra durante la crescita delle piantine. Puoi utilizzare una copertura di paglia o pacciame intorno alle piante per aiutare a mantenere l’umidità del terreno e prevenire le erbacce.
Protezione: le zucche sono vulnerabili a insetti e malattie, quindi monitora regolarmente le tue piante e prendi le misure necessarie per proteggerle. Puoi anche utilizzare reti o coperture per tenere lontani gli uccelli e i roditori.
Raccolta: di solito le zucche sono mature verso la fine dell’estate o l’inizio dell’autunno. Puoi verificarne la maturità premendo leggermente il dito sulla buccia. Se è dura e non si danneggia facilmente, è pronta per essere raccolta.

Per informazioni più dettagliate in base alla varietà che decidi di piantare, meglio consultare sempre le indicazioni date dal produttore. Se hai dei dubbi, puoi sempre rivolgerti a YesWork App. I nostri operatori saranno lieti di darti una mano a portare vita nel tuo orto e sapore in tavola.
Come, non l’hai ancora scaricata? Cos’aspetti! È pure gratuita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 9 =

Scarica
Yeswork App!

Dimentica ricerche inutili e prezzi folli. Puoi reperire le persone migliori per risolvere un problema o trovare un lavoretto da sbrigare guadagnando.
Ora e vicino a te.

×