fbpx
Skip to main content

MUFFA: NO GRAZIE! COME EVITARE E TOGLIERE LA MUFFA!

Muffa: un nemico silenzioso! Lo sapevi che la muffa produce spore che possono essere rilasciate nell’aria e inalate? Respirarle può comportare problemi di salute, soprattutto, ma non solo, in persone sensibili o con allergie o problemi respiratori. Può provocare tosse, sintomi da reazioni allergiche, come irritazione agli occhi, mal di testa, starnuti, eruzioni cutanee, peggiorare bronchiti e sinusiti o i sintomi dell’asma. Spesso non ci pensiamo, perché non prestiamo attenzione al livello dell’aria che respiriamo nelle nostre case, ma per vivere bene è fondamentale che le pareti siano sane… e non solo per la struttura della casa, ma anche per noi. In questo articolo vedremo come si sviluppa la muffa, e quindi come prevenirla e toglierla in sicurezza.

Perché la muffa:

Elevata umidità: l’umidità eccessiva è una delle principali cause della formazione di muffa. Per prevenire questo problema, è importante mantenere livelli di umidità adeguati, generalmente tra il 30% e il 50%. Utilizza deumidificatori, assicurati che la ventilazione sia sufficiente e risolvi eventuali perdite d’acqua.
Infiltrazioni d’acqua: le infiltrazioni d’acqua nelle pareti o nel tetto possono creare condizioni favorevoli alla muffa. Verifica regolarmente che non ci siano perdite o danni alle strutture ed effettua riparazioni tempestive se necessario.
Mancanza di ventilazione: un’adeguata ventilazione è essenziale per prevenire la muffa. Assicurati che le aree come cucine, bagni e scantinati siano ben ventilate. Utilizza estrattori d’aria o apri finestre quando necessario.
Condensa: la formazione di condensa può verificarsi su superfici fredde quando l’aria calda e umida entra in contatto con esse. Ricorda di aprire la finestra dopo aver fatto la doccia, e fai attenzione alla stanza dove stendi soprattutto d’inverno, magari usa un deumidificatore! 😊
Materiali porosi: il cartongesso o il legno possono trattenere l’umidità e favorire la crescita della muffa, in caso trattali con vernici o rivestimenti antimuffa.
Materiali organici: la muffa si nutre di materiali organici come carta, legno o tessuti. Lo sapevi!? Riduci la presenza di questi materiali nelle zone a rischio e assicurati che siano mantenuti asciutti.

Come togliere la muffa!

Rimuoverla correttamente è importante per la salute e la sicurezza. Ecco alcuni passi che puoi seguire per lavorare in modo sicuro:
Proteggiti: prima di iniziare, assicurati di indossare abbigliamento protettivo, come guanti in lattice, maschera per il viso e occhiali protettivi, per evitare il contatto diretto con la muffa e i prodotti chimici.
Isola la zona: chiudi la stanza o la zona interessata per evitare la dispersione delle spore di muffa in altre parti della casa.
Ventila l’area: apri le finestre o utilizza un ventilatore per garantire una buona ventilazione durante il processo di rimozione. Questo ridurrà la concentrazione di spore nell’aria.

Rimuovi l’umidità: risolvere la causa principale della formazione di muffa è fondamentale. Assicurati che la zona interessata sia ben ventilata e riduci l’umidità, sia durante i lavori che in seguito, altrimenti dopo tutta la fatica, la muffa tornerà a farti visita (anche no!).
Pulisci con una soluzione antimuffa: prepara una soluzione antimuffa mescolando acqua e sapone o bicarbonato di sodio. Applica la soluzione sulla muffa utilizzando una spugna o un panno. Per muffe più ostinate, puoi utilizzare anche una soluzione di acqua e aceto bianco o candeggina diluita. Assicurati di seguire le istruzioni del produttore e fare attenzione ai vapori.
Spazzola o raschia delicatamente: utilizza una spazzola a setole dure o uno spazzolino da denti per rimuovere la muffa dalla parete. Assicurati di farlo delicatamente per evitare danni alla superficie della parete.
Asciuga completamente: dopo aver rimosso la muffa, assicurati che la zona sia completamente asciutta. Puoi utilizzare un ventilatore o un deumidificatore per accelerare il processo.
Monitora e previeni: continua a monitorare la zona per accertarti che la muffa non ritorni, mi raccomando!

Se non ti senti a tuo agio nel procedere con la rimozione della muffa, non preoccuparti, abbiamo la soluzione. Rivolgiti a YesWork App e i nostri YesWorker accorreranno in tuo aiuto.
Come, hai letto fin qui e non l’hai ancora scaricata? Cos’aspetti, è pure gratuita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 1 =

Scarica
Yeswork App!

Dimentica ricerche inutili e prezzi folli. Puoi reperire le persone migliori per risolvere un problema o trovare un lavoretto da sbrigare guadagnando.
Ora e vicino a te.

×