fbpx
Skip to main content

LA FESTA DEL PAPÀ: L’UOMO, L’EROE, IL TUTTOFARE

Il papà, l’uomo, l’eroe, il nostro tuttofare. Il 19 marzo in Italia è la sua festa, o meglio è il giorno in cui lo festeggiamo un po’ di più e lo ringraziamo per la vita che ci ha dato, e che ci dà ogni giorno.

Perché il 19 marzo? 

È il giorno del calendario che nel 1479 papa Sisto IV dedica a San Giuseppe, il padre di Gesù. Secoli dopo, nel 1871, San Giuseppe inizia a essere considerata una figura paterna positiva: è il papà buono che vigila sul figlio e la Chiesa Cattolica lo dichiara protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa Universale. Proprio per questo motivo in Italia si festeggia il babbo. Nel mondo invece si celebra in giorni diversi in base alle tradizioni locali. 

Curiosità: fino al 1977, il giorno di san Giuseppe era festivo, ma con la legge del 5 marzo 1977 n. 54 la festività è abolita e il 19 marzo è giorno feriale. In Canton Ticino, però, in altri cantoni della Svizzera e in alcune province della Spagna è ancora considerato festivo.

Questa festa del 19 marzo coincide con la fine dell’inverno, e in passato in occasione di questa giornata, nei pressi delle piazze dei paesini si accendevano dei falò per bruciare quanto rimasto dei raccolti. Durante questi riti, misti tra pagani e religiosi, si intonavano inni al Santo e si preparavano le zeppole (delle frittelle). In alcuni paesini questa tradizione è sopravvissuta e si festeggia ancora oggi.

Dolci tipici

A rendere questo giorno ancora più dolce c’è un dessert particolare, che varia in base alla regione in cui ci si trova, ma ha origine comune. La zeppola di San Giuseppe, tipica napoletana, che consiste in una frittella farcita con crema e marmellata di amarena. I bignè di San Giuseppe, frittelle ripiene di crema pasticcera, tipiche di Roma. Le frittelle di riso di San Giuseppe, Toscane e Umbre, aromatizzate al limone. Le raviole di San Giuseppe, delle mezzelune di frolla farcite con mostarda bolognese, marmellata, o ricotta, tipiche di Bologna. L’origine di questa leccornia pare derivi dal fatto che dopo la fuga in Egitto, per scampare alle persecuzioni di re Erode, Giuseppe sia costretto a vendere dei dolci per mantenere la sua famiglia in terra straniera.

Un regalo prezioso

Ma come omaggiare il papà nel suo giorno? Di solito i figli preparano dei bigliettini ai propri supereroi e si arrovellano per trovare il regalo giusto. E se quest’anno, anziché un oggetto, donassimo ai nostri papà il regalo più prezioso di tutti? Il nostro tempo, e il loro tempo insieme?

Il tran tran giornaliero risucchia i nostri papà in un vortice di impegni: il lavoro, le corse per andare a fare la spesa o altre commissioni, portare i ragazzi a danza, calcio, chitarra, cucito, pallanuoto, flauto… cucinare, sistemare e chi più ne ha più ne metta. E il fine settimana? Il tempo libero di solito è occupato da tutti quegli impegni per cui non c’è tempo durante la settimana, come ad esempio: coprire la muffa o i segni sulla parete, cambiare le lampadine, aggiustare la maniglia dell’armadio o la corda della tapparella, portare all’ecocentro quei rifiuti ingombranti, montare il mobile comprato e ancora imballato, raccogliere le foglie dal giardino, falciare il prato, montare l’altalena per i bambini, sistemare il rubinetto che perde, pulire la piscina, montare la piscina, tappare quel buco in garage, e chi più ne ha più ne metta.

E allora perché non chiamare qualcuno che faccia il lavoro al posto del nostro papà? In questo modo possiamo trascorrere del tempo insieme per fare una partita a calcio, guardare la tv, leggere un libro, fare una passeggiata, mangiare un gelato o insomma, fare quello che ci piace.

Chiedere aiuto per il lavoro di manutenzione domestica avrà un costo contenuto, e sarà facilissimo, con pochi click in un’app, ma soprattutto potremo regalare al nostro tuttofare personale un po’ di relax insieme e creare ricordi indelebili.

Buona festa del papà con il tuo papà!

Scritto da Sara Doati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − 4 =

Scarica
Yeswork App!

Dimentica ricerche inutili e prezzi folli. Puoi reperire le persone migliori per risolvere un problema o trovare un lavoretto da sbrigare guadagnando.
Ora e vicino a te.

×