fbpx
Skip to main content

BILANCIO DOMESTICO: RISPARMIARE E GESTIRE LE SPESE

‘Ma dove sono finiti i soldi?’: è una domanda che ti suona familiare? A volte capita di sentir dire: in un attimo spendo tutto lo stipendio, o quasi, senza neanche accorgermene: bollette di qua, spesa di là, mutuo o affitto e addio denaro.

Com’è possibile gestire le spese senza essere in balia delle uscite che incombono ogni mese?

La risposta ‘magica’ è: tenere traccia di entrate e uscite con un bilancio personale/familiare o come lo vogliamo chiamare. 

Non è necessario essere maniacali e inserire ogni singolo centesimo, ma è fondamentale suddividere le spese e registrarle mensilmente, per poi fare un’analisi delle entrate e uscite e conoscere esattamente dove spendiamo i nostri soldi.

Che noia dover annotare tutto, poi perdo i fogli o non ho sempre il mio foglio excel sotto mano… Siamo d’accordo, ma è una sana abitudine che una volta acquisita può aiutare a gestire le spese e pure a risparmiare qualcosa. Ci sono varie app in commercio dove registrare le entrate e le uscite, oppure dei template di fogli di calcolo già impostati, che quindi ci sollevano da questa, ardua per chi è meno avvezzo a queste stregonerie tecnologiche, pratica.

Per tenere traccia delle spese è bene suddividerle in: fisse, extra e future, in modo da pianificarle e non farsi trovare impreparati.

Quali sono le spese fisse?

Luce, gas, affitto o mutuo, assicurazione, internet, abbonamenti che abbiamo sottoscritto: cose che ogni mese paghiamo in automatico. Avendo sott’occhio quali sono, possiamo anche modificarle, ad esempio eliminando un abbonamento che non usiamo più e ci eravamo scordati di avere, o verificando che il contratto internet è obsoleto e abbiamo la possibilità di modificarlo per risparmiare. ‘Paperon de Paperoni è diventato ricco contando i centesimi’. Scherzi a parte, risparmiando 10 euro da una parte, 20 dall’altra ci restano più soldi anche solo per concederci una cena al ristorante o per investire i nostri risparmi.

Quali sono le spese extra?

Tutte quelle spese che non sono essenziali o necessarie, quindi la palestra, lo shopping, il ristorante, quell’accessorio che tanto desidero…

Ferma un attimo: quindi vuoi dirmi che la palestra, ad esempio, non è necessaria per il mio benessere psicofisico e che non è essenziale per me per vivere bene e lavorare anche meglio? Mai detto, sono completamente d’accordo! Queste spese sono considerate non necessarie, ma sono fondamentali per condurre una vita bilanciata e sana.

E quindi? Dato che non vengono scalate in automatico ogni mese, posso decidere quanto spendere ogni mese e impostare un budget massimo, per cui, quando mi prende quel raptus da shopping compulsivo so fino a quanto spingermi per non avere rimpianti. Si tratta di essere organizzati per togliersi gli sfizi in modo intelligente.

Avendo tutto sotto controllo è possibile anche mettere da parte mensilmente una cifra che ci servirà tra mesi o anni per fare quella ristrutturazione o comprare quell’elettrodomestico che ci serve, spalmando la spesa nel tempo.

Potremmo dire che ‘la regola d’oro’ è avere tutto sotto controllo e non lasciare niente al caso, anche se questo implica uno sforzo il beneficio è sicuramente maggiore.

Per chi vuole spingersi oltre, esiste la regola del 50-20-30, messa a punto dall’economista, giurista e politica Elizabeth Warren. Consiste nel destinare il 50% del reddito per le spese essenziali o necessarie, il 20% per il risparmio o investimento e il 30% per le spese non necessarie.

A volte il 50% non basta per far fronte alle spese necessarie, ma non è un limite netto e definitivo, è possibile regolare le percentuali in base alle proprie esigenze personali o familiari, è più che altro una linea guida.

E per risparmiare ulteriormente, in caso di necessità puoi sempre affidare le spese straordinarie come: sistemare il rubinetto che perde, togliere la muffa, smontare il mobile che va smaltito con YesWork App. Ti permette di risparmiare, avere un aiuto rapido e efficace e di levarti un pensiero. Non l’hai ancora scaricata, è gratuita! Che cosa stai aspettando!

Scritto da Sara Doati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + diciotto =

Scarica
Yeswork App!

Dimentica ricerche inutili e prezzi folli. Puoi reperire le persone migliori per risolvere un problema o trovare un lavoretto da sbrigare guadagnando.
Ora e vicino a te.

×